Un Centro commerciale naturale

CASNIGO – GANDINO – CAZZANO S. ANDREACon cartolina a premi per la spesa

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

05/08/2005
|

Letture: 

1140

Si chiama "Centro commerciale naturale" la nuova iniziativa a cui hanno aderito alcuni commercianti della Val Gandino per favorire il commercio locale.

Questa idea verrà successivamente estesa anche ai comuni limitrofi, e per il momento, coinvolge rispettivamente nove attività commerciali nei comuni di Casnigo e otto a Gandino; una soltanto invece per quanto riguarda Cazzano S. Andrea. L’idea nasce dalla necessità di incrementare il commercio locale che sempre più risente della concorrenza dei centri commerciali. L’impossibilità di competere porta necessariamente gli esercizi commerciali ad unirsi in associazioni sempre più presenti e attive nei piccoli comuni.

Ma in cosa consiste questa attività? Ai clienti dei negozi affiliati ogni 5 euro di spesa viene consegnata una cartolina valida per tre diversi concorsi: il primo, sottoforma di "gratta e vinci", tramite il quale sarà possibile vincere un’auto, uno scooter, lettori cd, radio e numerosi altri premi.

Il secondo concorso consiste invece in un’estrazione di premi di altrettanto valore, come una Lancia Musa o una crociera nel Mediterraneo. Alternativamente all’estrazione finale, il cliente potrà raccogliere i punti che si trovano sulla cartolina per ottenere altri premi.

L’idea nasce nel Lazio e viene importanta in Val Gandino da Geomarketing Italia, un’azienda facente capo a Graziano Faccio, da alcuni anni residente a Gazzaniga, che ha di conseguenza deciso di promuovere l’idea nei paesi vicini.

Nonostante l’adesione si sia comunque verificata, non tutti i commercianti hanno percepito l’iniziativa con uguale entusiasmo.

A parere dell’organizzatore, questa pare particolarmente sentita a Casnigo, dove i commercianti, da poco riuniti nell’associazione "Botteghe di Casnigo", hanno collaborato attivamente soprattutto tramite la neo presidente, Loretta Bonomi, la quale afferma: "Speriamo che la nostra idea venga accolta e che possa incrementare il lavoro, a discapito dei supermercati".

L’adesione non è stata però effettuata da tutti i negozi. "Questo è vero" continua Bonomi, "ma non escludiamo che possano aderire successivamente, quando l’attività si sarà maggiormente sviluppata".

Autore: 

MIRIAM PERANI

Autore: 

webmaster
|