Gandino prepara un’estate tricolore

Arrampicata “urbana” e bike trial

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

20/02/2004
|

Letture: 

1589

Per la prima volta in Italia si disputerà una gara federale (cioè competitiva e riconosciuta dal CONI) non su una parete naturale o artificiale, ma su un elemento di arredo urbano. Evidentemente non esiste soltanto il calcio, e spesso le attività dei gruppi del nostro territorio che si impegnano in altri campi propongono iniziative di alto livello. Per quest’anno 2004 gli sport cosiddetti “alternativi” propongono a Gandino in Valle Seriana alcuni appuntamenti prestigiosi, fra i quali spiccano anche gare valide per l’assegnazione dei titoli di Campione Italiano. La novità più importante riguarda senza dubbio il settore dell’arrampicata sportiva, che all’interno della sottosezione CAI Valgandino ha avuto in questi anni un grande sviluppo. L’intraprendenza e la passione di un nutrito gruppo di giovani ha portato alla creazione della palestra artificiale di arrampicata presso l’Oratorio, alla scoperta di nuove vie di arrampicata nella zona di Fontanei (ai piedi di Valpiana) e alla nascita del Gruppo Koren. L’affiliazione alla FASI (Federazione di Arrampicata Sportiva) e di conseguenza al CONI porta ora al grande balzo: l’organizzazione a Gandino della prova di Coppa Italia di Boulder per il prossimo 12-13 giugno. Il boulder, termine estremamente tecnico, identifica l’arrampicare senza la protezione della corda, ma semplicemente con dei grandi materassi (tipo salto in alto) posti a protezione alla base della parete. La prova di Gandino presenterà un unicum che gli conferisce sin d’ora i contorni del grande evento: teatro di gara non sarà infatti una parete artificiale, ma le facciate e le strutture del Parcheggio Coperto di Piazza XXV Aprile. Si tratta della prima gara in Italia che viene disputata su una struttura urbana esistente. Il Gruppo Koren, di concerto con Comune di Gandino e Pro Loco che hanno concesso il proprio patrocinio, è già attivo per offrire alla gara un degno contorno di immagine. In tal senso va sottolineata anche la ripetizione, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, della prova di Campionato Italiano di Bike Trial, sport al limite dell’acrobazia che vede fra i propri protagonisti assoluti il giovane Mauro Moioli (nativo di Ponte Nossa e gandinese d’adozione) laureatosi campione italiano anche nel 2003. La data fissata dovrebbe essere quella di domenica 20 giugno, quando i concorrenti si cimenteranno nelle prove speciali a Fontanei (in pratica ai piedi delle pareti di arrampicata), mentre spettacolari saranno le prove “indoor” (cioè su ostacoli artificiali) allestite in Piazza Vittorio Veneto nella giornata di sabato 19 giugno, sulla piazza del Municipio. L’iniziativa è organizzata dalla Ciclisti Amatori Gandino che fra l’altro festeggia quest’anno il trentesimo di fondazione. Un ulteriore appuntamento, che sottolinea ancor più questo importante anniversario, è costituito dalla gara di Mountain Bike nella zona del Farno, inserita nel circuito Orobie Cup, che si svolgerà il prossimo 25 luglio grazie all’organizzazione dell’Associazione Amici del Monte Farno e alla supervisione tecnica, appunto, della Ciclisti Amatori. Nelle foto: il parcheggio coperto di Piazza XXV Aprile, in pieno centro storico che sarà terreno di gara e il logo del Gruppo Koren che è promotore dell'iniziativa.

Allegati: 

Autore: 

Autore: 

webmaster
|