Espropriato un terreno, via ai lavori per la rotatoria che porta al Monte Farno

IL COMPLETAMENTO DELLA “BRETELLA”

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

20/05/2011
|

Letture: 

1337

Si parte.
Bonari accordi per chi c’è stato ed esproprio per chi ha detto no, il Comune di Gandino mette in cantiere una delle ultime opere dell’amministrazione targata Gustavo Maccari, una delle più attese, il completamento della bretella del Monte Farno, l’intervento che riguarda l’abitato di Gandino, nella zona di via Carpi, dove c’è l’incrocio d’accesso, uno dei più pericolosi, attualmente regolato da un semaforo.
Progetto pronto da tempo e bonari accordi siglati ma poi c’è stato l’inghippo, un privato ha detto no e il Comune è ricorso all’esproprio, in questi giorni è stato notificato il decreto di esproprio e il Comune occuperà d’urgenza la zona per eseguire i lavori. Qualche malumore ma l’amministrazione si difende sostenendo che c’era assolutamente bisogno di mettere in sicurezza l’innesto pericoloso che temporaneamente funzionava con un semaforo. Zona particolarmente pericolosa per gli automobilisti, verrà realizzata anche un rotatoria che contribuirà a facilitare l’accesso alla bretella soprattutto nei week end dove molta gente si reca al Monte Farno e per i pedoni prevista la realizzazione di un marciapiede.
Un lavoro che costerà al Comune 240.000 e che dovrebbe durare 150 giorni, in ogni caso la bretella dovrebbe essere pronta entro la fine dell’anno. Sarcastico il commento di Marco Ongaro della Lega: “Dopo 9 anni di attesa è già qualcosa”.

Autore: 

Autore: 

webmaster
|