CARITAS VALGANDINO

L’attività del Centro d’Ascolto

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

22/04/2005
|

Letture: 

1449

Il Centro d’Ascolto Vicariale della Valgandino, istituito dalla Caritas nel novembre 2002, rappresenta un punto di riferimento importante nell’ambito sociale. Il Gruppo degli operatori ha recentemente reso noto un resoconto, al fine di informare riguardo l’andamento dell’iniziativa che per promuovere l’attenzione di tutti sulla presenza di questo servizio in Valgandino.
Attualmente collaborano al progetto 19 operatori volontari, provenienti dalle 7 parrocchie della Valgandino. Si alternano nell’ascolto a 2 per turno il martedì mattina dalle ore 9 alle 11 e il sabato pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30 nella sede di Leffe in Piazza Libertà (nel piazzale del Cinema Centrale).
La segnalazione specifica dell’indirizzo risulta importante, in quanto a volte questo servizio è poco conosciuto. Le persone ascoltate sono state 14 italiane e 46 straniere nel 2003 e 8 italiane e 21 straniere nel 2004. Sono stati gestiti (e in qualche caso risolti) problemi di carattere familiare, lavorativo o abitativo.
Per quanto riguarda le situazioni non risolte, incide significativamente per gli stranieri la condizione di irregolarità. Infatti per queste persone senza permesso di soggiorno sono state adottate le indicazioni della Caritas Diocesana e cioè massima disponibilità all’ascolto, ma nessun impegno per trovare casa o lavoro per non favorire e incentivare l’illegalità. Vengono informati della loro situazione di precarietà di fronte alla legge che li espone a tanti pericoli e ricatti.
Per risolvere i problemi più urgenti viene consigliato loro di rivolgersi al circuito di conoscenze della loro nazionalità, avendo constatato che è l’unica soluzione efficace nel breve periodo. Per quanto riguarda le persone italiane della nostra valle permane la difficoltà ad avvicinarsi al Centro d’ascolto. Si pensa che siano vari i motivi, tra cui perché non ne conoscono l’esistenza, oppure non gradiscono l’esposizione dei loro problemi, oppure si rivolgono ad altri servizi.
Da parte degli operatori del Centro c’è comunque il massimo impegno per la riservatezza delle informazioni. Oltre a varie persone che si sono rivolte alla Caritas una sola volta, ve ne sono molte altre con le quali i contatti sono stati ripetuti, sia per loro scelta che per nostra iniziativa. Infatti per le situazioni ancora aperte ci si è dati come impegno quello di richiamarle, per sentire se hanno risolto i loro problemi o quantomeno per sentire come è la loro situazione attuale. Questa disponibilità e attenzione è stata molto apprezzata dagli interessati. Anche questo è un aspetto positivo dell’attività del Centro d’Ascolto, oltre ai casi per i quali siè riusciti ad essere d’aiuto.

Autore: 

Autore: 

webmaster
|