Brignoli: “Eccomi, pronto a cancellare 5 anni di... niente”

GANDINO ELEZIONI - IL CANDIDATO DELLA LEGA

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

06/04/2007
|

Letture: 

1770
Mirko Brignoli

Mirko Brignoli, 30 anni, praticante avvocato, leghista da sempre, dal 1993 quando Umberto Bossi arrivò a Gandino. Mirko era poco più che un bambino e se provi a dirgli che è cresciuto con le due B, (Bossi e Biberon) scoppia a ridere: “Può essere, non so, ma so che sono cresciuto come mi piace quindi sono felice”.
Mirko Brignoli è il candidato sindaco per la Lega a Gandino, a lui il compito di sfi dare Gustavo Maccari, preferito a Marco Ongaro dalla segreteria provinciale: “Non è proprio così, la decisione è stata presa collegialmente, non ci sono scontri come qualcuno vuole far credere, siamo sempre stati uniti”.
Marco Ongaro sarà comunque della partita: “Sì, sarà in lista”. Mirko Brignoli, giovane di punta del movimento leghista, già candidato alle elezioni comunali di Casnigo del 2003 con scarsa fortuna: “Ma lì era un’altra cosa, volevamo comunque far vedere che c’eravamo, volevamo dare un segno e l’abbiamo comunque dato”. Mirko Brignoli cresciuto nei Giovani Padani, assieme a un altro giovane Aldo Piccinini: “Mi ha aiutato a inserirmi nel gruppo, all’inizio ho avuto il compito di riformare il gruppo dei giovani padani in Valle Seriana, e infatti il gruppo è cresciuto notevolmente in poco tempo”.
Poi Mirko Brignoli diventa membro del Direttivo Provinciale e lo scorso anno il salto di qualità e la nomina a segretario di circoscrizione della Valle Seriana al posto di Aldo Piccinini. E adesso la candidatura a sindaco di Gandino: “L’obiettivo è di riconquistare il Comune, siamo ottimisti perché siamo convinti che i gandinesi abbiano capito di aver fatto un errore cinque anni fa. Noi quando eravamo in amministrazione abbiamo dimostrato di saper gestire il Comune, i contributi arrivavano e abbiamo realizzato molto, negli ultimi cinque anni non è stato fatto assolutamente niente. Non esiste un’opera dell’amministrazione Maccari. Vogliamo ridare dignità a Gandino, una dignità che ha perso, non ci si può impegnare a fare solo feste, i gandinesi cinque anni fa hanno voluto provare a fare un cambiamento ma si è rivelato un errore e lo hanno capito. Maccari non ha mantenuto niente di quello che aveva promesso”.
Ma ultimamente la Lega ha avuto grossi problemi, basta vedere Gazzaniga e Albino, cosa è successo? “Un conto sono le questioni amministrative, un altro quelle politiche, sulle idee politiche c’è massima unione, io sono segretario di circoscrizione e non ho mai riscontrato problemi politici fra nessuno dei sindaci, poi l’amministrazione è un’altra cosa, ci possono essere idee diverse, ma io presiedo i direttivi e problemi non ce ne sono mai stati”.
Brignoli scalda i motori, sa che deve comunque recuperare su Maccari: “La nostra lista è ormai pronta, sarà nel segno del rinnovamento attraverso il giusto bilanciamento di nuove fi gure adeguatamente preparate e motivate con l’appoggio della preziosa esperienza amministrativa accumulata da diversi esponenti che, per due mandati consecutivi, hanno in precedenza ben amministrato il Paese. Dopo ben cinque anni di immobilismo e mancanza di dialogo verso i Gandinesi dell’attuale amministrazione targata Maccari, spero proprio che Gandino torni a rivestire il ruolo che merita sia in Valle Seriana che in Provincia di Bergamo”.
E’ oramai certo che il Carroccio correrà solo anche se Brignoli cerca di tenere aperta la porta a possibili alleanze: “Ad oggi ci sono tutti i presupposti per avere una lista totalmente Leghista, ma chiaro che siamo disposti a discutere sul programma senza nessuna preclusione con forze realmente civiche e persone che si richiamano a Forza Italia e Alleanza Nazionale”. Intanto indiscrezioni danno Ongaro per vicesindaco e assessore al bilancio e lavori pubblici. Messa a punto lista e programma inizieranno gli incontri con la popolazione.
Si prevede una frizzante campagna elettorale perlomeno per quanto riguarda la Lega Nord, sottolinea Aldo Piccinini componente del Direttivo Nazionale della Lega Lombarda ed ex Segretario della Valle Seriana chiosando infi ne “Con questa candidatura si riporta entusiasmo e concretezza in un Comune caratterizzato per cinque anni da un silenzio amministrativo assordante”. “Sono contento della decisione presa indice di lungimiranza politica della locale Sezione che in questi anni ha saputo far crescere persone capaci e grintose come Mirko e non solo”.
Chiude Cristian Invernizzi Segretario Provinciale del Carroccio. La campagna elettorale è cominciata.  

Autore: 

ARISTEA CANINI

Autore: 

webmaster
|