A Gandino il Tombolone di S. Giuseppe

Pubblicato da: 

|

Data pubblicazione: 

08/04/2005
|

Letture: 

1197

Si è svolto a Gandino il tradizionale Tombolone, serata a premi che accompagna da tanti anni la serata di vigilia della Fiera di San Giuseppe.
I giovani dell’Oratorio (e segnatamente gli aderenti all’attività di animazione denominata AnimalCortile) hanno allestito un palco multicolore utilizzando come fondale la grande bandiera della pace realizzata due anni orsono nella chiesa dell’Oratorio. Un modo per sottolineare la continua, estrema attualità del tema della pace (nella stessa sera del Tombolone rientrava dall’Iraq la salma del funzionario italiano Nicola Calipari ucciso nell’ambito della liberazione della giornalista rapita Giuliana Sgrena).
Ad aggiungere musica e calore ai colori della pace hanno pensato in maniera davvero egregia Mirko Brignoli, (voce solista del gruppo Sali Dietetici, che ha cantato due brani in apertura di serata), gli attori della Compagnia di Rivista del Teatro Loverini e i ragazzi del Laboratorio di recitazione di Bianca Bertocchi.
In mezzo tanti numeri e tanta allegria con un centinaio di cinquine (offerte da numerosi negozi ed esercizi commerciali del paese) e addirittura 6 tombole, fra le quali spiccavano monili in oro e un telefono cellulare di ultima generazione. Una serata cordiale che il pubblico accorso numeroso ha mostrato di gradire nella sua semplicità e nella sua vivacità.
All’inizio della seconda parte c’è stato un momento molto intenso, quando sullo schermo è stato proiettato un documentario con immagini, inedite e non, relative alla storia dell’Oratorio e ai lavori di ristrutturazione ormai avviati. La mano sapiente e “tecnologica” di Paolo Tomasini ha coordinato il tutto con grande efficacia: le note di “Goodbye” dei Nomadi hanno salutato i ricordi, mentre la carica positiva di “Si può fare” di Branduardi ha sottolineato le ultime immagini, relative alla simulazione virtuale del nuovo progetto.

Autore: 

Autore: 

webmaster
|